Made in Italy & Alta Qualità

Illuminazione a LED per Musei e Installazioni Artistiche

Per migliorare la fruibilità di strutture come musei e gallerie da parte dei visitatori, ci sono due caratteristiche che avranno un peso rilevante: la disposizione delle opere e la loro corretta illuminazione.

Sebbene per la prima è corretto affidarsi a professionisti come i curatori d’arte, per quanto riguarda la predisposizione delle fonti luminose noi di Led Italy possiamo sicuramente essere di aiuto.

Al contrario di quanto si possa immaginare, la progettazione pe rilluminazione led per musei non è un compito semplice; i tecnici infatti dovranno spesso confrontarsi con alcuni vincoli normativi, imposti dalla Sopraintendenza dei beni culturali, che regolano questo settore.

Caratteristiche

La principale norma che definisce alcuni limiti per ciò che riguarda la predisposizione delle luci in questi ambienti è la UNI CEN/TS 16163:2014, dall’eloquente titolo ‘Conservazione dei beni culturali – Linee guida e procedure per scegliere l’illuminazione adatta a esposizioni in ambienti interni’.

Questa norma fornisce alcune raccomandazioni sui livelli di illuminamento minimo e massimo accettabili tenendo conto di aspetti estetici ed espositivi ai fini conservativi.

Essa suddivide le opere d’arte esposte nei musei e nelle gallerie in tre differenti classi in base alla loro sensibilità alle radiazioni: alta, media e bassa; per ogni classe viene indicato il relativo livello massimo di illuminazione consentita, associando anche la durata dell’esposizione e la composizione spettrale della sorgente.

Soluzioni di illuminazione a LED per Musei e Installazioni Artistiche realizzate da Led Italy

Un museo storico
arredato con la luce

A Led Italy siamo ben consapevoli che le luci led sono perfette da utilizzare per illuminare oggetti fotosensibili in quanto essendo esenti da emissioni di raggi ultravioletti e infrarossi non andranno a degradare in alcun modo l’opera d’arte.

È quindi evidente che quando si parla di illuminaizone per musei niente viene lasciato al caso.

Un’altra specifica di cui il lighting designer dovrà per forza tener conto approcciandosi a questo tipo di lavori è il cosiddetto CRI (dall’inglese Color Rendering Index), ovvero l’indice di resa cromatica. Da questo indice infatti dipende la corretta percezione della composizione cromatica dell’oggetto.

Anche in questo caso la luce a led per i musei e le gallerie risulta tra le tipologie di fonti luminose maggiormente impiegate in questi settori, essendo in grado di restituire la percezione dei colori con la massima fedeltà.



Il progettista dovrà inoltre considerare un altro importante fattore che spesso accomuna molte opere d’arte esposte in questi luoghi: le teche di protezione in vetro.

In questi casi infatti quando si garantirà la fornitura di illuminazione led per musei, bisognerà obbligatoriamente tener conto di un posizionamento delle luci che eviti i fenomeni di riflessione sugli occhi dell’osservatore; le fonti luminose andranno quindi posizionate all’esterno del campo visivo che si aprirà quando si osserva la superficie riflettente.

Per quanto riguarda invece opere d’arte come i quadri, va posto un accento sulla selezione della corretta temperatura di colore; fermo restando che ogni caso andrà specificatamente analizzato, di norma le gradazioni maggiormente impiegate per questo scopo oscillano tra i tremila e i quattromila gradi Kelvin.

Conservazione opere

Per fare qualche esempio, vengono considerati estremamente sensibili alla luce materiali come seta, arazzi, acquerelli e mummie; queste opere avranno un’illuminazione massima consentita di 50 lx.

Affreschi, pitture a tempera e a olio, legno e avorio rientrano nei materiali considerati moderatamente sensibili alla luce e per i quali sono consentiti al massimo 150 lx. Tra i materiali relativamente sensibili alla luce da illuminare con al massimo 300 lx troveremo invece pietre, ceramiche, vetro e metalli.

Con il simbolo ‘lx’ stiamo indicando l’unità di misura per l’illuminamento LUX, in parole povere il flusso luminoso per unità di superficie. Queste classi, oltre che per la protezione delle opere dalle radiazioni, sono state concepite anche per garantirne la corretta illuminazione, necessaria a rendere distinguibili tutti i dettagli all’osservatore.

Applicazioni

Dai un’occhiata alle altre soluzioni di Illuminazione a led per Strutture
Leggi le testimonianze dei nostri clienti ed esperti del settore che hanno collaborato con noi in tutto il mondo, soddisfatti dei nostri prodotti e dei nostri servizi di consulenza e progettazione.

Dicono di noi...

  • Da LED Italy abbiamo trovato la competenza e la disponibilità che ci hanno permesso di individuare con sicurezza il prodotto più idoneo per realizzare i nostri progetti.
    Uno staff attento e preparato ci ha seguiti dall’elaborazione dell’idea iniziale, fino alla consegna dei prodotti.
    Grazie quindi a tutto lo staff! Andate avanti così!

    Arch. Paolo Giunta

  • Siamo soddisfatti degli ordini realizzati da LED ITALY e della vostra flessibilità nelle specifiche.

    D. Santinelli

  • Il contatto con LED ITALY è stato positivo fin da subito, in termini di assistenza e consulenza nell'individuare il prodotto più idoneo all'applicazione.

    Anche sul campo per ora il prodotto sta rispondendo bene anche se è passato poco tempo dalle prime installazioni.

    S. Manicardi

    Hai un progetto in mente? Contattaci!

    Mentre rispondiamo alla tua richiesta, dai un'occhiata ai nostri cataloghi.

    I tuoi dati saranno trattati secondo l'informativa privacy che puoi leggere cliccando su "Privacy" in fondo a qualunque pagina del sito.

    © Led Italy Srl | Responsabile Protezione dati: Giuseppe Malivindi | Via Cesare Luda 2, 10022 Carmagnola (TO) | P.Iva: 03280070040
    Tutti i diritti sono riservati. É vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo sito.